fbpx

Serie D, Giugliano-Muravera: 0-1. Un lampo di Nurchi tra la noia e i sardi sbancano il De Cristofaro

Giugliano-Muravera: 0-1, questo è stato il risultato con il quale si è chiusa la gara valevole per la 22a giornata del Girone G di Serie D.

E’ stato l’esordio sulla panchina dei tigrotti del 6° allenatore stagionale, Antonio Maschio, annunciato ufficialmente ieri ma da due giorni già presente agli allenamenti della squadra.

Il nuovo tecnico ha subito cambiato il modulo di gioco schierando la formazione gialloblè con un 3-5-2 affiancando in attacco Camara a Credentine, lasciando di fatto Orefice in panchina, giocando quindi con una sola vera punta in una gara che il Giugliano doveva a tutti i costi vincere. Sulle scelte del tecnico però non entriamo nel merito, perchè è risaputo che la rosa è stata colpita dal Covid, ma si sono fatti i nomi dei calciatori colpiti dal virus.

La partita è stata comunque vinta dalla noia e soprattutto nel primo tempo non si sono contate azioni pericolose da un lato o dall’altro.

Idem stava procedendo la ripresa, ma col passare dei minuti il Giugliano è apparso senza più forze nelle gambe e al 61′ Virdis è stato imbeccato sul filo del fuorigioco ed ha calciato verso Mola da distanza ravvicinata, il portiere ha respinto come ha potuto, ma il più lesto a raccogliere la ribattuta è stato Nurchi che ha insaccato sotto la traversa.

La girandola di cambi non è servita a Maschio per dare una scossa alla squadra ed il Muravera ha portato via 3 punti dal Serie  quasi senza soffrire.

Tenendo conto anche dei risultati delle altre squadre in lotta per la salvezza, la situazione del Giugliano si fa sempre più critica, perchè anche il Gladiator è ritornato al successo. Tempo per recuperare c’è, ma serve qualcosa in più a questa rosa, come un vero bomber ed un regista, oltre logicamente a ritrovare una forma fisica accettabile.

Va comunque ricordato che oggi il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto.

  • Add Your Comment