fbpx

Serie D, Afragolese-Latte Dolce: 2-1. Inizia con una sofferta vittoria l’avventura di Di Costanzo

Afragolese-Latte Dolce: 2-1, si è chiusa con una vittoria la prima gara sulla panchina rossoblù di Nello Di Costanzo, tecnico subentrato all’esonerato Masecchia.

Una vittoria soffertissima quella dell’Afragolese, ma importantissima per la classifica anche tenendo conto delle altre squadre immischiate nella lotta per non retrocedere. Eroe della giornata sicuramente l’estremo difensore Sorrentino, il quale ha compiuto più di un miracolo per permettere alla propria squadra di centrare il successo.

Un match iniziato nel migliore dei modi per la squadra di Di Costanzo, che al 2′ dopo un palo colpito dai sardi, si è portata in vantaggio con il sempre implacabile Dino Fava, che di testa su perfetto cross di Faella, ha battuto imparabilmente il portiere.

Un gol che poteva mettere la gara in discesa ed invece il Latte Dolce si è riversato in attacco mettendo in grossa apprensione l’Afragolese, come detto salvata più volte da Sorrentino e anche dalla traversa al 38′.

Un arbitraggio alquanto discutibile ha rischiato di rovinare la gara e al 53′ ha concesso un rigore dubbio al Latte Dolce, che ha trovato il pari con il solito Scotto dal dischetto.

L’Afragolese non ha mai mollato nonostante tutto e ha cercato di colpire quando ha avuto l’occasione, così come accaduto al 76′, quando Energe ha servito un assist al centro e Riccio di prepotenza ha anticipato il portiere ed insaccato per il nuovo vantaggio rossoblù.

La squadra sarda ha cercato di nuovo il pareggio e si è riversata nella metà campo afragolese, che si è difesa a denti stretti e nel momento di maggiore pressione del Latte Dolce, il tecnico Di Costanzo ha badato al sodo tirando fuori dal campo Fava per inserire un altro difensore, Astarita.

Con i sardi tutti in attacco si sono aperte praterie per l’Afragolese, che ha sfiorato per due volte il terzo gol, entrambe con il funambolico Energe, che però stremato ha sbagliato in entrambe le occasioni.

Assalti confusionari nel finale del Latte Dolce, ma al triplice fischio è potuto partire l’urlo liberatorio dei rossobù, che questo successo in un colpo solo hanno scavalcato in classifica Gladiator, Nola e il Nuova Florida. Giovedì nuovo esame nello scontro diretto contro il Giugliano.

  • Add Your Comment