fbpx

Giugliano come Messina? Due società possono dividere la tifoseria

La Giugliano calcistica sta vivendo giorni intensi e caldissimi con la possibilità sempre più concreta che si possa ripetere ciò che si vive da qualche anno a Messina, cioè due società nella stessa città. Un bene o un male?

Il Giugliano della cordata Pellerone

L’FC Giugliano 1928 è ormai da mesi di proprietà della cordata con a capo Mario Pellerone, medico di Gallarate ma coadiuvato da altre persone da sempre nel mondo del calcio come Carmine Palumbo che la nostra redazione ha intervistato in esclusiva nei giorni passati.

Il titolo del Giugliano Calcio appartiene a questa cordata che sta facendo di tutto per risanare i debiti e presentare la domanda di ripescaggio in Serie D nei prossimi giorni e attraverso il nostro sito ha illustrato un progetto serio ed ambizioso, i primi passi ufficiali sono stati mossi nella giornata di ieri quando con un comunicato sulla pagina ufficiale Facebook del club è stato presentato uno stage per il settore giovanile che si terrà a partire da domani allo stadio De Cristofaro.

Quindi la concessione dello stadio è stata affidata a tale cordata? Purtroppo in questo senso non giungono ancora notizie ufficiali dall’amministrazione comunale.

Mazzamauro porta il titolo del Savoia a Giugliano?

Ormai da giorni c’è una notizia che sta facendo il giro del web e da fonti a noi vicine ha trovato più di una conferma, l’ormai ex presidente del Savoia, Alfonso Mazzamauro, sembra orientato a traferire il titolo della squadra di Torre Annunziata proprio a Giugliano con l’appoggio di alcuni imprenditori locali.

Questa dovrebbe essere una cordata molto potente sotto l’aspetto economico e progettuale, formata da persone stimate in ambito sportivo soprattutto in Campania, ma tra pochissimi giorni scadrà la possibilità di presentare la domanda di iscrizione al prossimo campionato di Serie D per il Savoia e quindi bisognerà segnalare alla LND lo stadio di appartenenza per le gare casalinghe.

Se le voci raccolte sono fondate allora anche in questo caso entra in scena l’amministrazione comunale che deve in tempi brevissimi decidere se concedere il De Cristofaro alla cordata Mazzamauro.

Città divisa sul tifo

La situazione che si sta delineando è quindi quella di avere due squadre a Giugliano anche se una per almeno un anno sulle carte federali si chiamerà Savoia, ma come sta prendendo questa ipotesi il tifo giuglianese?

Abbiamo fatto un giro in città per sapere cosa ne pensano i tifosi a riguardo ed è stata riscontrata una netta divisione tra i tifosi, infatti c’è chi è pronto a seguire il Giugliano di Pellerone riconoscendolo come l’unico e solo Giugliano, mentre un’altra grande fetta di tifo è pronta ad appoggiare senza indugi la cordata Mazzamauro, sicuri che sia una società forte e l’unica capace di riportare la Giugliano calcistica nelle categorie che merita e poco importa che almeno per il prossimo anno la denominazione sociale non sarà quella storica del Giugliano.

Quindi città divisa sul tifo e questo potrebbe portare a quanto accade a Messina, cioè due società nella stessa piazza con seguito diverso.

La verità verrà a galla obbligatoriamente nelle prossime ore, per adesso c’è chi spera, chi sogna e chi resta con i piedi ben saldi a terra, ma tutti sono uniti nel volere un Giugliano competitivo, o due?

Brutta gatta da pelare per il Sindaco e l’amministrazione, ma la resa dei conti è vicinissima!

  • Add Your Comment