fbpx

Serie D – Giugliano: la tifoseria si ribella, città tappezzata di striscioni contro Palma

La tifoseria del Giugliano ieri sera ha fatto sentire la propria voce in modo del tutto civile contro la proprietà di Giovanni Palma. La città è stata tappezzata di striscioni dal messaggio eloquente, Palma non è il presidente che può fare al caso del Giugliano e contro di lui parlano non solo i numeri, ma anche la scellerata gestione si quest’anno.

La civile protesta dei tifosi

La civile protesta dei tifosi (al contrario da quanto continua a dichiarare il presidente) è scattata dopo l’ennesima sconfitta del Giugliano contro il Savoia, che avvicina sempre più la squadra alla retrocessione, ma anche perchè lo stesso Palma continua nelle sue dichiarazioni ad offendere il popolo giuglianese accusandolo di impedire un tranquillo svolgimento dei lavori societari, cosa che colpisce nell’orgoglio e nella dignità una tifoseria che negli anni scorsi è invece stata apprezzata proprio per la passione, l’attaccamento alla maglia ed il sostegno seguendo la squadra in ogni parte d’Italia.

Gli striscioni non crediamo siano un atto di violenza, anzi, ma una manifestazione del pensiero popolare, una protesta civile messa in atto già negli anni scorsi quando si chiedeva all’Amministrazione Comunale i lavori di restyling per il De Cristofaro.

Il malcontento di Palma

Il presidente Palma non è contento del comportamento dei tifosi, ma forse dovrebbe essere il primo a porsi delle domande. La Giugliano calcistica sta vedendo svanire un sogno realizzato con tanti sacrifici da Salvatore Sestile, mentre il nuovo patron dal suo arrivo ha fatto tante promesse senza mantenerne nessuna.

Che il popolo sia stanco è naturale ed il malcontento del presidente appare fuori luogo, dovrebbe invece chiedere scusa alla tifoseria per averla offesa e per la sua mancanza di un progetto vincente come aveva promesso.

Un mea culpa ogni tanto farebbe bene, troppo facile scaricare le colpe su chi ama i colori della propria squadra.

Porgiamo noi delle domande al presidente; vuole davvero cedere la società? Quanto chiede? Cosa farà in caso di retrocessione? Perchè ha cambiato 9 allenatori e stravolto di continuo la rosa?

Sempre pronti noi di TuttoEccellenza.it a dare spazio all’Avvocato Palma per eventuali risposte.

  • Add Your Comment