fbpx

Serie D – Savoia-Giugliano: 2-0. I tigrotti sempre più vicini alla retrocessione

Savoia-Giugliano: 2-0, questo è stato il risultato della gara giocata al Giraud per la 27a giornata del Girone G di Serie D. Vittoria preziosa per gli oplontini che vedono sempre più da vicino i play-off, di contro i tigrotti con questa sconfitta si avvicinano sempre più alla retrocessione in Eccellenza.

Primo tempo soporifero

Una gara ricca di ex tra le fila del Savoia e sfida in famiglia tra due giuglianesi doc, Ciro e Raffaele Poziello, il primo capitano del Savoia il secondo del Giugliano, ma è partito dalla panchina.

Il primo tempo ha riservato pochissime emozioni e la più ghiotta è capitata sui piedi di Antonio Orefice, che ha colpito il palo su un cross deviato da Cipolletta al 34′. Unica e sola emozione dei primi 45 minuti di gioco, che hanno visto la squadra di Maschio (richiamato dopo l’addio di Imbimbo) arginare gli oplontini.

Il Savoia mette la freccia nella ripresa

Nel secondo tempo il Savoia è sceso in campo molto più cattivo ed al 49′ ha trovato il vantaggio con il nuovo entrato D’Ancora, che con un tiro dal limite ha bucato le mani di Piazza.

Giugliano vicinissimo al pareggio al 59′ con Abonckelet, ma da buonissima posizione ha mandato alto un colpo di testa.

I padroni di casa hanno cercato il raddoppio e lo hanno sfiorato con l’ex Liccardo su punizione, che ha impegnato l’estremo difensore Piazza, che però sempre da calcio di punizione ha subito il 2-0 finale siglato proprio dal giuglianese Poziello Ciro all’81’, un gol che probabilmente ha sancito in modo definitivo la retrocessione dei tigrotti.

Giugliano, la salvezza è ormai una chimera

Il Giugliano di Giovanni Palma (sempre più concentrato solo sul Sora sua altra squadra) è ormai ad un passo dalla retrocessione, sono ad oggi 6 i punti di distacco dalla zona play-out seppur con due partite in meno, ma non si vede la luce nemmeno lontanamente del tunnel che può tirare fuori questa squadra dal fondo della classifica.

Si profila un finale di campionato che porterà mestamente la squadra alla retrocessione dopo i tanti sacrifici compiuti da chi amava pazzamente la propria città mettendola anche davanti alla sua stessa salute; l’indimenticabile Salvatore Sestile!

  • Add Your Comment