fbpx

Girone G: Afragolese e Nola batticuore, Giugliano è ormai giù

Ieri si è disputata la 31a giornata del campionato di Serie D Girone G, dove è stata sancita la promozione in Serie C del Monterosi a pieno merito. Ma facciamo il punto sulle campane.

Pareggi per Savoia e Nocerina

Savoia e Nocerina, le due squadre che al momento prenderebbero parte ai play-off, non sono andate oltre il pareggio nelle gare di ieri.

Gli oplontini sono tornati da Lanusei con un 1-1, che conferma il 4° posto ma che lascia l’amaro in bocca perchè il primo tempo è stato chiuso in vantaggio.

Stesso discorso, anzi peggio, per la Nocerina, che impegnata in casa contro il Muravera si è fatta raggiungere a 7 minuti dal termine buttando all’aria la possibilità di superare in classifica proprio il Savoia ed agganciare la Vis Artena.

Gladiator: un successo che sa di salvezza

Il Gladiator si è confermato anche in questa giornata una delle compagini campane più in forma del momento battendo in trasferta la quotatissima Vis Artena per 2-1 con i gol di Di Finizio ed il rigore di Del Sorbo, il quale ne ha anche sbagliato un altro colpendo il palo.

Per i sammaritani la salvezza è ormai ad un passo, devono solo mantenere la stessa concentrazione delle ultime settimane per poter festeggiare, anzi potrebbero farlo già la prossima giornata vincendo in casa del Giugliano ultimo.

Afragolese vittoria sfumata allo scadere, harakiri Nola

Molto più complessa e delicata la posizione delle altre campane Afragolese e Nola, che ieri in un tourbillon di emozioni si sono poi ritrovate ed essere divise da un solo punto.

L’Afragolese impegnata in trasferta contro il Carbonia ha disputato una gara gagliarda riuscendo nella ripresa a reagire in modo veemente al vantaggio dei padroni di casa arrivato su un rigore molto dubbio, prima pareggiando con Costantino e poi trovando il vantaggio a 6 minuti dal termine con un rigore dell’enfant prodige Energe, il quale ha trasformato non senza brividi un calcio di rigore. Quando la vittoria sembrava cosa fatta è arrivata la doccia gelata ad un minuto dal termine.

Il Nola ha fatto peggio, perchè dopo una serie infinita di capovolgimenti di risultato è passato in brevissimo tempo dal 3-2 al 3-5 finale contro il Latte Dolce e con questa, quella che con mister Campana era una difesa quasi impenetrabile ora è un colabrodo avendo subito 10 reti in due gare ed al momento sarebbe retrocessa. Qualcosa non torna nelle scelte societarie.

Giugliano l’addio è solo rimandato

Infine c’è il Giugliano, squadra ormai rassegnata alla retrocessione dopo un anno balordo, che solo il gol del Carbonia allo scadere ha mantenuto per un’altra settimana in Serie D. La squadra di Maschio ha subito un’altra pesante sconfitta contro il Nuova Florida per 3-0, ma l’unica cosa che si attende in città è la presentazione della nuova proprietà ancora avvolta nel mistero.

  • Add Your Comment