fbpx

Afragolese: il futuro sarà ancora targato Niutta?

Dopo la storica salvezza ottenuta domenica scorsa è tempo di bilanci in casa Afragolese ed il primo dubbio riguarda il patron Raffele Niutta: “Resterà ancora alla guida della società?”

Niutta: tante richieste per il patron dell’Afragolese

Raffaele Niutta ha dimostrato che il suo progetto è sempre stato serio ed affidabile e nonostante tante peripezie attraversato lungo il percorso di questa strana annata, alla fine la sua Afragolese ha raggiunto l’obiettivo prefissato e cioè la salvezza.

Il lavoro, i sacrifici e la dedizione dimostrata dall’imprenditore di San Giorgio non sono passati inosservati agli addetti ai lavori di altre società che lo vorrebbero – secondo quanto raccolto dalla nostra redazione – a capo di altre squadre.

Il patron dell’Afragolese non ha al momento rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma di sicuro le tante attenzioni di piazze come Giugliano, Ercolano, Pozzuoli, giuste per citarne alcune, non possono lasciare indifferente un uomo che ha in due anni ha permesso all’Afragolese di stravincere il campionato di Eccellenza, alzare al cielo la Coppa Italia regionale e raggiungere la salvezza dopo 28 anni di astinenza del club rossoblù in Serie D.

Cosa farà Niutta?

Come già riportato, il presidente Niutta non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma da fonti a noi molto vicine ci risulta che la sua priorità resta l’Afragolese, anche se in questo anno ha dovuto subire molti attacchi (spesso sulla sua vita privata), che potrebbero inevitabilmente aver lasciato il segno.

Ad oggi è facile salire sul carro dei vincitori, ma è nelle difficoltà che si vedono le persone vere, quelle che non tradiscono e soprattutto non dimenticano gli sforzi fatti, questo è un fattore che conoscendo il presidente peserà sulla propria scelta futura.

Niutta nel pieno della tempesta scagliatasi contro la sua persona si è dimesso ma non si è arreso, anzi, ha sempre affermato che la squadra avrebbe fatto di tutto per conquistare la salvezza e i fatti ad oggi gli danno ragione.

Il presidente vorrà prendersi qualche giorno di relax dopo una stagione stressante (anche per motivi familiari) e poi a breve crediamo che farà sapere a tutti le sue decisioni. Di certo peserà molto sulla scelta di restare ad Afragola la questione stadio, perchè sembra profilarsi almeno un altro anno senza stadio, in più sicuramente chiederà un confronto ai soci-amici per capire a cosa si può puntare nel prossimo futuro.

Tra le tante domande che passeranno nella mente di Niutta ci sarà sicuramente anche quella di lasciare l’Afragolese in ottime mani ed accettare una nuova affascinante sfida, perchè come detto tante piazze storiche come quella giuglianese accoglierebbero a braccia aperte un imprenditore che ha sempre mantenuto la parola data e che investe nel calcio con il cuore e come primo tifoso della propria squadra.

A breve sicuramente ne sapremo di più, ma un Niutta è difficile da sostituire!