fbpx

Savoia, le dichiarazioni dello staff prima della sfida contro la Puteolana 1902

Sfida affascintante e importante per la classifica quella tra Savoia e Puteolana 1902: l’incontro in programma domenica 6 marzo alle ore 15.00: gli esponenti del club oplontino hanno parlato della sfida attraverso i canali ufficiali.

Savoia, le dichiarazioni dello staff prima della sfida contro la Puteolana 1902

Ds Palumbo: “In settimana, come al solito, abbiamo lavorato con concentrazione e restando sempre sul pezzo. Però giovedì siamo rimasti sorpresi perchè Capitan Scarpa, aggredito ad Ercolano, è stato squalificato. Ne prendiamo atto ed andiamo avanti. Faremo in modo che domani sia una bella giornata di sport, oltre che una battaglia calcistica in campo. Si respira aria di festa in città, i tifosi stanno organizzando qualcosa di bello che scopriremo domani. Si sfidano la prima e la seconda in classifica: la Puteolana è una squadra attrezzatissima e fortissima, che non ha ancora perso in campionato. Per noi può essere uno stimolo. Cercheremo di vincere, me lo auguro ma non dimentichiamoci che affronteremo una squadra imbattuta fin qui. Vogliamo fare quanti più punti possibili e poi tireremo le somme al termine della stagione”.

Francesco Esposito: “Arriviamo motivati a questo match, perchè siamo rimasti amareggiati dal risultato della settimana scorsa sul campo dell’Ercolanese. Siamo anche abbastanza tranquilli. Vogliamo fare risultato per tutte le persone che domani verranno a vederci, così come per coloro i quali non potranno esserci. Ultimamente tutti hanno studiato i nostri movimenti: può fare solo piacere perchè significa che ci temono un po’. Siamo il Savoia ed è così. Domani sarà un’emozione unica ed i nostri tifosi ci daranno un’adrenalina unica, che nessun altro è capace di dare”.

Giuseppe Spavone: “Sappiamo tutti che la Puteolana è prima in classifica, noi ci siamo allenati alla grande. Guardando la classifica e vedendoli primi in classifica, le motivazioni aumentano e l’obiettivo è vincere. Ci lasciamo indietro il passato e guardiamo al nostro obiettivo: cercare di portare a casa quanti più punti possibili e raggiungere i play-off nel migliore dei modi. La piazza di Torre Annunziata ed il Savoia meritano categorie più importanti. Personalmente, poi, mi auguro di giocare nel calcio che conta. Tifosi al Giraud? Ci siamo guadagnati il loro rispetto con vittorie importanti e spero che tutta la città venga allo stadio a darci una mano. Vogliamo regalare una grande soddisfazione a tutti loro”.

savoia