fbpx

Esclusiva – Nardiello T.M. Frattese: “Grazie a tutto lo staff, purtroppo il calcio è così”

All’indomani dell’eliminazione della Frattese dai play-off nel match casalingo contro il Pomigliano abbiamo intervistato in Esclusiva il Team Manager dei nerostellati Dino Nardiello, che come al solito anche dopo una sconfitta bruciante ci ha messo la faccia dedicandoci un pò del suo prezioso tempo.

Salve Dino, ci ritroviamo dopo questa eliminazione che brucia, ma lei aveva già avvisato delle qualità del Pomigliano.

Ciao Patrizio hai detto bene, siamo rammaricati per non aver centrato l’obiettivo del passaggio del turno, ma proprio nella scorsa intervista rilasciata proprio a TuttoEccellenza.it avevo fatto notare che il Pomigliano era la squadra che mai avremmo voluto incontrare.

Squadra esperta, rocciosa, che è ha fatto la partita che doveva ed ha meritato di passare il turno. A loro vanno i miei complimenti, hanno saputo approfittare delle uniche occasioni avute e poi hanno amministrato il risultato proprio grazie all’esperienza, mettendo la gara sui binari a loro più consoni e giustamente direi sono stati anche bravi a farci innervosire. Questo è il calcio, si vince e si perde e non ci resta altro che fare i più sinceri complimenti ai nostri avversari”.

Frattese che era data da tutti come favorita di questi play-off, ma ieri qualcosa non ha funzionato. Secondo lei cosa?

“Hai detto bene anche questa volta, la Frattese era data favorita dagli altri, ma noi non ci siamo mai sentiti i favoriti. E’ il gioco delle parti, altre società hanno messo pressione su di noi per giocare più liberi mentalmente loro. Io voglio ricordare che la nostra è tra le rose con un’età media più basse di tutte le altre e in questi frangenti l’esperienza conta tantissimo.

Abbiamo fatto un grandissimo girone concludendo con più punti di tutte le altre squadre di questo campionato di Eccellenza, poi lo stress di questi venti giorni di stop forzato ha sicuramente pesato nella mente dei tanti giovani che avevamo e in campo alcuni erano davvero bloccati”.

Lei resta soddisfatto della rosa a disposizione e del lavoro di mister Ambrosino?

“Io non solo resto soddisfatto della rosa, ma sono grato ad ognuno dei ragazzi, i quali hanno fatto enormi sacrifici per la Frattese, si sono sempre allenati col massimo impegno ed hanno dato tutto per la causa. Sono nel calcio da anni, ma questi ragazzi mi hanno insegnato tanto, davvero tanto, anche sotto l’aspetto puramente umano e lo stesso discorso vale per il mister e per il suo staff. Ottimi professionisti che hanno sicuramente portato la Frattese ad essere la squadra temuta e non può una partita cancellare tutto. Io dal profondo del cuore posso solo dire grazie alla squadra, a chi ha giocato di più e chi meno, perchè si era creato un ottimo gruppo e un ringraziamento anche a mister Ambrosino per il lavoro svolto. Ripeto una gara non può cancellare quanto di buono fatto, anche se purtroppo è svanito il sogno Serie D è sfumato”.

Ringraziamenti sinceri quelli che lei ha fatto, c’è qualcun altro che vuole ringraziare?

“Certamente! Un ringraziamento speciale voglio farlo ad un ragazzo che ieri ho visto in lacrime a fine gara, mi riferisco al nostro Direttore Generale Mario Guarino, un giovane di soli 18 anni che ha saputo farsi voler bene e rispettare da ognuno dei calciatori e anche da me. Sono certo che avrà un futuro importante nel mondo del calcio e gli auguro che le lacrime di disperazione di ieri si tramutino al più presto in lacrime di gioia”.

Dino le sue parole hanno il sapore dell’addio, è così?

No assolutamente, ad oggi non c’è nessun addio ne arrivederci, sentivo il dovere di fare i giusti ringraziamenti a chi con me ha diviso questa esperienza finita nel modo che non avremmo voluto, ma ripeto ognuna delle persone da me menzionate meritano il mio rispetto e non solo e andavano ringraziate per quanto fatto per la Frattese. Per il futuro ci sarà tempo per riflettere e decidere”.

  • Add Your Comment