fbpx

Italia, ottima la prima: 3 reti, Insigne e Immobile sugli scudi

E’ ottimo l’esordio della Nazionale Italiana guidata da Roberto Mancini nella sfida d’esordio di Euro 2020: gli azzurri hanno dovuto affrontare la Turchia nel match di apertura degli europei in uno stadio Olimpico di Roma finalmente “popolato”. Le reti, arrivate nel secondo tempo, portano la firma di Berardi, che propizia l’autorete di Demiral, Immobile e Insigne che hanno sugellato un’ottima prestazione collettiva.

Il gruppo di Mancini tiene nuovamente la porta inviolata: il pronostico esibito su TopScommesse ha centrato nettamente il successo dell’Italia che tuttavia non ha subito gol, rischiando effettivamente pochissimo.

Turchia Italia, primo tempo

La sfida mette subito in mostra il trend del match: la formazione guidata da Şenol Güneş è impostata sulla difesa ad oltranza e si affida alle ripartenze dei calciatori più talentuosi che giocano sulla trequarti, l’Italia è complessivamente più forte ed organizzata e dalle prime battute mette in mostra una buona organizzazione di gioco anche se la densità a centrocampo ed in difesa della Turchia.

I due esterni offensivi, Insigne e Berardi al netto di qualche imprecisione nella prima parte del match, appaiono decisamente pericolosi e sono controllati non senza qualche grattacapo, mentre la mediana sorretta da Locatelli e Barella permette a Jorginho di smistare palloni con rapidità. L’arbitro si rende protagonista di qualche episodio decisamente discutibile non fischiando un rigore che è apparso solare per fallo di mano di Celik in area di rigore, nel recupero del primo tempo.

Turchia Italia, secondo tempo

Il trend non cambia nel secondo tempo: l’Italia fa sempre la partita e concede molto poco agli avversari e dopo pochi minuti si materializza il vantaggio con un’azione sulla destra di Berardi che disorienta il marcatore e appoggia per Immobile che viene anticipato da un’intervento di Demiral che la mette alle spalle del proprio portiere: L’Italia è meritatamente in vantaggio ma non intende fermarsi, anzi il pressing turco è meno asfissiante e il centrocampo ha gioco facile nei ribaltamenti di fronte: su una di queste Spinazzola tira in modo violento,  Cakir respinge ma Immobile è lesto ad insaccare il raddoppio al 66esimo.

Al netto dei cambi, la gara non muta e a 10 minuti dal termine Immobile indossa i panni dell’assist-man e da una palla deliziosa a Insigne che con un mezzo tiro a giro sigla il terzo gol degli azzurri, che rischiano di prendere gol solo nel recupero ma Chiellini fa buona guardia.

Un esordio convincente, in attesa di un match tutt’altro che semplice contro la Svizzera, mercoledì 16 giugno.

 

 

 

  • Add Your Comment