fbpx

Serie D – Afragolese, Niutta con “ironia” risponde alla piazza: “Al massimo entro fine anno tolgo il disturbo”

Una piazza in fermento quella di Afragola, nemmeno il successo nello scontro diretto contro il Gladiator dell’ultima giornata è servito per far placare gli animi in città, infatti sono ancora tantissimi gli striscioni che invitano il presidente Raffaele Niutta e la proprietà tutta a lasciare l’Afragolese, il tutto dimenticando che solo lo scorso anno questa stessa società ha permesso alla piazza afragolese di approdare in Serie D dopo 28 anni e vincere la Coppa Italia regionale.

Una contestazione quindi secondo noi addetti ai lavori esagerata contro chi non si è mai tirati indietro quando si è trattato di pagare di tasca propria per rinforzare la rosa, magari anche sbagliando, ma il calcio purtroppo non è una scienza esatta e sinceramente invitiamo ad alzare la mano a chi prima dell’inizio di campionato immaginava un campionato con tali difficoltà che l’Afragolese sta attraversando, pur ricordando che con 16 punti e due partite fa recuperare (compresa quella di domani) può tranquillamente tirarsi fuori dalla zona addirittura play-out.

Noi siamo semplici addetti ai lavori e non tifosi di nessuna società, vorremmo che tutte le squadre campane fossero protagoniste, ma contestare in modo pesante una società che ha dato lustro alla piazza, successi ed ha investito tanto senza avere nemmeno uno stadio a disposizione, ci porta a pensare che la riconoscenza nel calcio non esiste.

Il presidente dimissionario Niutta con la sua forza e anche la sua ironia, si è lasciato immortale accanto ad uno striscione che lo invita a lasciare Afragola e con molto dispiacere ma anche spirito battagliero che lo contraddistingue anche perchè ci si è dimenticato troppo in fretta che questa persona pur essendo stato colpito dal Covid e con problemi seri in famiglia, è comunque stato sempre presente anche se non fisicamente alle sorti della propria squadra.  Osservando gli striscioni Niutta ha affermato: “Afragola può stare tranquilla, io al massimo entro fine stagione lascerò questa piazza, ma fino ad allora manterrò i miei impegni come sempre fatto fin dal primo giorno che sono arrivato. Poi se in questo periodo c’è qualcuno pronto a prendere il mio posto ed è pronto a fare il bene dell’Afragolese, mi faccio da parte subito, chiunque già domani può contattarmi in privato, ma verranno ascoltati solo colori che propongono progetti seri e validi per il bene di una creatura che sento e sentirò sempre mia. Voglio comunque ringraziare coloro che hanno esposto questi striscioni, perchè mi hanno ricordato che nonostante le vittorie ottenute forse non sono mai stato davvero il benvenuto ad Afragola. Se arriverò a fine stagione, spero di farlo con la salvezza in tasca. Buona Vita a tutti i tifosi!”

 

  • Add Your Comment