fbpx

Serie D, Afragolese-Muravera: 2-4. Terzo k.o. di fila in casa per i rossoblù

Afragolese-Muravera: 2-4 è stato il risultato che ha chiuso la partita valida per la 9a giornata del Girone G di Serie D nel turno infrasettimanale prima delle feste natalizie.

Un brusco risveglio per la squadra di mister Masecchia (oggi squalificato), dopo la vittoria della scorsa giornata sul campo della Torres.

Ancora una volta l’Afragolese è partita fortissimo sfiorando già la rete al 3′ con Bellante, che in scivolata non ha trovato la porta e poi è arrivato il gol del momentaneo vantaggio al 6′ con la prima rete in rossoblù di Puntoriere, bravo a spingere in porta da due passi con la pancia su un cross perfetto dello stesso Bellante.

Dopo un quarto d’ora di dominio si è poi incredibilmente spenta la squadra, infatti al 18′ è arrivato il pareggio del Muravera con un tiro dalla distanza di Pinna, che ha sorpreso l’estremo difensore Caputo.

Al 48′ del primo tempo Afragolese vicinissima al nuovo vantaggio con Energe, bellissima la sua rovesciata terminata ad un soffio dal palo alla destra del portiere.

Sul capovolgimento di fronte è arrivato poi il sorpasso dei sardi con l’esperto bomber Virdis lasciato colpevolmente solo al centro dell’area e libero di colpire di testa e mettere la sfera in rete su cross di Cadau.

Nella ripresa non si è notata una vera e propria voglia di riscatto dei padroni di casa, infatti al 71′ su ennesima dormita della difesa il calciatore Legal è stato bravo a trafiggere per la terza volta Caputo.

Al 75′ la grossa opportunità per i padroni di casa di tornare in partita: Sogno si è procurato un calcio di rigore, ma lo stesso argentino lo ha calciato a mezza altezza e non troppo angolato permettendo al portiere Vandelli di respingerlo.

Al 77′ altra brutta notizia per l’Afragolese che è rimasta in 10 per l’espulsione, forse troppo esagerata di Riccio, ma proprio in inferiorità numerica al 79′ lo stesso Sogno ha riaperto la gara con un tiro di potenza che ha piegato le mani del portiere sardo.

Il tecnico dell’Afragolese ha poi deciso di giocarsi tutte le carte a sua disposizione mandando in campo tutti gli uomini d’attacco, ma in sospetto fuorigioco al 93′ il Muravera ha colpito in contropiede con il numero 18 Mereu per il 2-4 finale.

Sarà un Natale di riflessione in casa rossoblù, che in troppe gare fin qui è partita a spron battuto per poi spegnersi alla distanza e va anche registrata la fase difensiva troppo molle per un campionato così difficile.

Il tempo è dalla parte di Masecchia, il quale dovrà far inserire al meglio i nuovi arrivati come Liccardo e Caso Naturale, che oggi hanno esordito mettendo in mostra seppur in minima parte le loro qualità. Restiamo del parere che trovato il giusto equilibrio, i rossoblù inizieranno ad incamerare punti con una certa regolarità.

 

 

  • Add Your Comment