Eccellenza Piemonte – Venaria, confermato il primo acquisto per l’Eccellenza

Eccellenza Piemonte – Il Venaria Calcio ha confermato il proprio primo acquisto ufficiale in vista del campionato di Eccellenza Piemonte che disputerà nell’anno 2020/21. La squadra torna in questa categoria dopo più 20 anni di assenza. L’acquisto è Mattia Piotto, centrocampista classe 1995 considerato già esperto della categoria avendola frequentata con le maglie di Pro Eureka e Borgaro, e avendo giocato anche alcune partite di Serie D. Di seguito il comunicato ufficiale del club pubblicato sul sito internet della società.

Il Venaria Calcio è lieto di annunciare il primo acquisto per la stagione 2020/21 che vedrà la Prima Squadra impegnata, dopo più di 20 anni, nel campionato di Eccellenza. Si tratta nientepopodimeno che di… Mattia Piotto! Centrocampista classe ’95, è cresciuto nel vivaio del Canavese e ha debuttato a soli 17 anni direttamente in Eccellenza con la maglia della Pro Eureka. In biancocerchiato ha vinto un campionato, 2 Coppe di Eccellenza e giocato due stagioni in Serie D. Nel 2016/17 rapido passaggio al Borgaro dove anche qui, in pochi mesi, è riuscito a mettersi in bacheca campionato e Coppa di Eccellenza. Fisico, qualità, visione di gioco, Mattia è un centrocampista moderno in grado di fare la differenza su più fronti. A soli 25 anni ha già un curriculum da fare invidia a moltissimi. Che dire, un profilo di livello assoluto che alzerà non poco la qualità della rosa a disposizione di Giovanni Pasquale.

“Sono davvero molto felice di far parte di questa società. Dalle parole del presidente Mallardo e del direttore Airaudi mi è arrivata subito grande serietà e ambizione – Afferma un motivato ed entusiasta Mattia Piotto – Nonostante la mia giovane età spero di portare in squadra l’esperienza che ho maturato in questi anni di Eccellenza, però senza strafare e con grande umiltà, mettendomi a disposizione del gruppo. Ho già parlato anche con il mister Pasquale, mi ha spiegato le sue idee di calcio e sono sicuro che potrà aiutarmi a crescere tantissimo, sia caratterialmente che tatticamente. Conosco già molti ragazzi della squadra, anche questo è stato un fattore determinante per la mia scelta. So che c’è un grandissimo gruppo, molto unito, e questo fa davvero la differenza, ne ho avuto la riprova negli anni. Si vince insieme e si perde insieme, solo così si può raggiungere l’obiettivo che per noi quest’anno dovrà essere la salvezza. Poi se arriverà qualcosa in più sarà tanto di guadagnato”.

 

  • Add Your Comment