Il Benevento riconquista la Serie A, con 7 turni di anticipo

Ritorna ufficialmente in Serie A il Benevento, battendo per 1 a 0 la Juve Stabia, conquistando così la matematica promozione in massima serie, per la seconda volta dopo averla conquistata la prima volta al termine della stagione 2016/2017, piazzandosi 5° e vincendo i playoff.

Un campionato da record

Stavolta però il Benevento non è più una outsider: il patron Oreste Vigorito ha allestito un’eccellente squadra per il campionato cadetto, gestita in maniera impeccabile da Filippo Inzaghi in panchina che a 7 giornate dal termine conquista 76 punti, frutto di 23 successi, 7 pareggi e una sola sconfitta, coniugando un gioco offensivo e una difesa granitica (miglior attacco con 56 per ora, di fronte a soli 15 goal subiti). Nessuno aveva conquistato così tanti punti in Serie B, adesso a 7 giornate dal termine il record già incredibile può essere migliorato.
La partita contro la Juve Stabia appariva poco più di una formalità, visto che sarebbe stato sufficiente un solo punto per festeggiare la risalita in massima serie ma nonostante ciò gli ospiti hanno reso la partita difficile ai padroni di casa, che sono rimasti in 10 dopo 25 minuti a causa dell’espulsione di Caldirola, riuscendo a portare l’intera posta in palio grazie a una rete di Sau a 20 minuti dal termine, e i calciatori possono festeggiare una meritatissima promozione, in uno stadio purtroppo vuoto.

Il patron aveva chiesto alla tifoseria di evitare festeggiamenti fuori lo stadio per non creare assembramenti, invitandoli alla prima di campionato casalinganella massima serie, dove sarà concesso l’ingresso gratis a tutti. Oreste Vigorito ha costruito una squadra eccellente, con a capo un allenatore che ha valorizzato la rosa in maniera impeccabile, mantenendo la promessa del presidente che aveva garantito un ritorno in massima serie, dopo la sfortunata stagione d’esordio, nel giro di tre anni.
La piazza può festeggiare i propri beniamini, un pullman con gli artefici della promozione passerà per le vie della città, dapprima per le vie principali e poi in quelle secondarie.

  • Add Your Comment