fbpx

Bitonto – Nocerina 1-2: i “molossi” conquistano l’accesso ai playoff

Vittoria fondamentale all’ultima giornata per la Nocerina che espugna il campo del Bitonto conquistando un meritato accesso ai playoff. Di seguito l’intera cronaca del match fornito dal Bitonto.

Bitonto – Nocerina 1-2: i “molossi” conquistano l’accesso ai playoff

Alla trentottesima e ultima giornata della regular season il Bitonto Calcio incappa nell’undicesima sconfitta, la più indolore di tutte però. Certi già da una settimana del terzo posto in classifica e del playoff casalingo contro il Città di Fasano, infatti, la truppa (oggi abbastanza rimaneggiata) allenata da Alessandro Potenza scivola all’ultima curva del Campionato e vede esultare nel proprio salotto gli avversari della Nocerina, qualificatisi in extremis alla post season della Serie D 2021/2022.

La cronaca della partita.
Mister Potenza sa bene che l’incrocio da dentro-o-fuori con il Fasano incombe, così la sua formazione di partenza anti-Nocerina risente inevitabilmente della lunga lista degli acciaccati, delle squalifiche e delle tante diffide che gravano sul gruppo neroverde. Fuori dai giochi, per il match odierno, sono dunque “costretti” in nove: Colella, Lanzolla, Petta, Radicchio, Biason, Piarulli, Turitto, Riccardi, Santoro. In panchina, ci sono solo juniores, tra cui ben sei promossi direttamente dalla strabiliante U19 di Mimmo Caricola, già qualificata per gli Ottavi-Scudetto 2022 del Campionato Nazionale di categoria. 3-4-1-2 con Figliola in porta e lo strano terzetto difensivo Lacassia-Addae-Guarnaccia davanti a lui; a centrocampo, Palumbo-D’Anna a macinare chilometri sulle fasce e Manzo-Mariani ad interdire e costruire in mezzo. Fantasia Taurino alle spalle dell’inedito tandem offensivo Lattanzio-Iadaresta.

La Nocerina di mister Spica all’ultima spiaggia-playoff, consapevole di scendere sul rettangolo verde del “Città degli Ulivi” legata a doppio filo al risultato della Casertana, impegnata nel derby campano contro il San Giorgio, da par suo assetato di punti-playout, che arriveranno e saranno (tre) salvifici… Modulo speculare a quello dei padroni di casa, per i campani: l’over Venditti tra i pali, Villani, Bruno, Donida e Garofalo in difesa; Chietti, Vecchione, Mancino in mezzo con Cuomo trequartista dietro Dammacco e Talamo. Questi ultimi due si riveleranno i giustizieri di giornata dei leoncelli.

Caldo estivo sul “Città degli Ulivi” e Riki Lattanzio, dopo appena tre minuti di gioco, prova a scaldare ancor di più i presenti di fede neroverde con un secco tiro da fuori. Deviazione e palla di poco alta sulla traversa. Tabellina del 3 rispettata alla grande da Palumbo e Iadaresta i quali, seguendo l’esempio del loro capitano, impensieriscono Venditti da fuori area rispettivamente al minuto sei e nove.
Mancino alleggerisce un po’ l’iniziale pressione locale con un sinistro (nomen omen…) dalla distanza che Figliola disinnesca in due tempi.
Ancora Bitonto in avanti: punizione dalla media distanza sprecata malamente da D’Anna.
18’: Cuomo, altra botta da fuori. Figliola si rifugia in angolo, dal quale maturerà il vantaggio ospite. Battuta di Mancino dalla bandierina e incornata perentoria di Talamo che non lascia scampo alla retroguardia di casa. Giocatore sì massiccio, ma non di certo un cestista in quanto ad altezza, il n.7 dei Molossi… 0-1.
In meno di sessanta secondi, tra il 25 e il 26, Iadaresta spaventa due volte di testa – la specialità della casa – la difesa rossonera. Prima il palo e poi l’imprecisione in altezza non trasformano le sue due sontuose incursioni aeree nel pareggio bitontino.
27’: Bitonto tarantolato dopo lo svantaggio! Lattanzio spara alto da buona posizione, su assistenza funambolica dello scatenato D’Anna degli ultimi tempi, sicuramente uno degli uomini più in forma e pungenti al servizio di mister Potenza, dispensatore di palle-gol anche oggi pomeriggio.
32’: calcio piazzato battuto in due tempi da Manzo-Addae. La “castagna” del centrocampista (difensore centrale nell’occasione) è terrificante, così Venditti per non rischiare il peggio ci mette i pugni e devia. Null’altro di “serio” da segnalare sino al duplice fischio arbitrale e squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-1 e senz’altro alla ricerca di un meritato refrigerio.

Secondo tempo.
Doppio cambio all’intervallo ordinato dai due allenatori: Stasi e l’esordiente enfant du pays Masellis, in luogo di Taurino e D’Anna; mentre mister Spica, già costretto a sostituire nel primo tempo l’infortunato capitano Garofalo, con Saporito, getta nella mischia Menichino-Donnarumma per Villani-Mancino.
9’: fallo in area su Guarnaccia e penalty che Iadaresta trasforma spiazzando nettamente Venditti. 1-1 e primo gol in neroverde per l’attaccante-avvocato di San Felice a Cancello.
11′: entrano altri due Caricolaboys, Ferrante e l’attaccante Stefanelli; il secondo al suo esordio assoluto con i “leoni grandi”… I richiamati in panchina sono Lattanzio e Mariani.
Bitonto e tribuna bitontina ora sulle ali dell’entusiasmo. Minuto 13: punizione calibrata di Manzo per la testa di Addae, che colpisce in pieno la traversa molossa.
20’: gioca davvero bene questo Leoncello più verde che nero (ora in campo un 2004, tre 2003, due 2002 e un 2001). Dinamismo, qualità, voglia, fame che piacciono tanto al pubblico locale, oggi pro-ragazzi dal primo all’ultimo minuto di partita. Iadaresta sfiora il palo con una girata dal limite, Stefanelli è impreciso davanti a Venditti, ottimamente servito da Palumbo.
27′: si affaccia in Prima Squadra anche l’esterno sinistro classe 2004, Morisco, dentro per l’infortunato Guarnaccia. Insomma, trionfale pomeriggio quantomeno per la programmazione canterana architettata da Nicola Caldarola, Responsabile del Settore Giovanile bitontino lungimirante e competente. Applausi.
Donnarumma e Talamo riprendono a infastidire Figliola e tutta la difesa neroverde, fino al “braccio” in area di Manzo che manda sul dischetto bomber Dammacco (barese). Il portiere bitontino battezza l’angolo alla sua sinistra, ma la botta dell’attaccante ospite è forte e centrale. 1-2 Nocerina, rete personale numero 15 per Dammacco.

Tre di recupero e triplice fischio finale del direttore di gara. Vince la Nocerina, che affronterà in trasferta il Francavilla di Ragno ai playoff; Bitonto ora con testa, anima e corpo al Fasano, ospite sempre mercoledì e sempre al “Città degli Ulivi” per la semifinale secca.

UFFICIO STAMPA BITONTO

38^ E ULTIMA GIORNATA CAMPIONATO SERIE D – GIRONE H

BITONTO – NOCERINA 1 – 2
Reti: 19’ pt Talamo, 10’ st Iadaresta (rig.), 41’ st Dammacco (rig.)

BITONTO: Figliola; Lacassia, Addae, Guarnaccia (27’ st Morisco); Palumbo, Mariani (11’ st Stefanelli), Manzo, D’Anna (1’ st Masellis); Taurino (1’ st Stasi); Lattanzio (C) (11’ st Ferrante), Iadaresta.
A disp.: Lonoce, Martellone, Zaza, Palmieri.
All. Potenza

NOCERINA: Venditti; Villani (1’ st Menichino), Bruno, Donida, Garofalo (C) (24’ pt Saporito); Chietti (26’ st Esposito), Vecchione, Mancino (1’ st Donnarumma); Cuomo; Talamo (43′ st Riccio), Dammacco.
A disp.: Sicignano, Sellitti, De Martino, Settembrini.
All. Spica

Arbitro: Poli (Verona). Assistenti: Bosco (Lanciano) e Gentile (Teramo).
Ammoniti: (B); Villani, Donnarumma (N).
Minuti di recupero: 1 pt – 3 st.

Nocerina