Site icon Tutto Eccellenza

Eccellenza Veneto – CastelbaldoMasi, arriva un fantasista a rinforzare la rosa

castelbaldomasi

Eccellenza Veneto – CastelbaldoMasi ha reso ufficiale poco fa l’ingaggio di Alessandro Elia, fantasista trentenne cresciuto tra Parma ed Hellas Verona con una importante esperienza nelle categorie dilettanti del calcio italiano. Di seguito il comunicato pubblicato sul sito internet del club che ufficializza l’acquisto del giocatore.

Grazie ad una trattativa “lampo” condotta dalla dirigenza del Castelbaldo Masi e’ stato perfezionato l’ingaggio di Alessandro Elia , talentuoso fantasista classe 1990, cresciuto nei settori giovanili dell’Hellas Verona e Parma .
Ha debuttato nei “prof” con il Bellaria Igea Marina nel 2009 , indossando poi le maglie di Viareggio, Arzanese,Chieti,Cuneo,Trento, Oppeano , Villafranca Veronese e Albaronco.
Alto 182 cm per 75 kg, piede sinistro, lo ricordiamo con la maglia del Villafranca Veronese tre anni fa in cui ha contribuito con i suoi gol e i suoi assist alla promozione della formazione veronese nel campionato di serie D.
Giocatore dotato di ottima tecnica e spunto individuale , decisivo nei calci piazzati . Classico giocatore che con le sue giocate puo’ “spaccare” la partita.
Fermato l’anno scorso da un problema al tallone , arriva a Castelbaldo Masi con grande voglia di rivincita e per rimettersi in gioco .
Acquisto che va a completare una rosa gia’ competitiva e dotata di numerosi giocatori di esperienza e personalita’ con una pattuglia di giovani ,in parte del vivaio, desiderosi di crescere e di scaldare i cuori dei tifosi biancorossi.
Ecco le prime dichiarazioni di Alessandro : “Ho scelto di venire a Castelbaldo Masi perche’ e’ una piazza importante e ambiziosa, gente calorosa che vive e sente il calcio 7 giorni su 7 . Non ho avuto dubbi nell’accettare la proposta della dirigenza . Dopo un’annata sfortunata a causa dell’infortunio al tallone penso che la piazza di Castelbaldo Masi possa essere ideale per darmi l’opportunita’ di pensare a rilanciarmi nel mondo del calcio. Da parte mia daro’ il 100% del mio impegno per questa maglia e per questa societa’ che mi ha accolto da subito come uno di famiglia .

Dicono di lui : “giocatore mancino, tecnica sopraffina, “sprecato” per queste categorie, se in condizione fisica ottimale fa la differenza. Predilige il passaggio filtrante come rifinitura ma non disdegna la conclusione a rete . Lo definirei il classico 10 mancino che vede la porta . Molto pericoloso sulle situazioni da fermo”

Exit mobile version