Super Portici: poker da urlo al Moliterno! I lucani salutano la Coppa...

Super Portici: poker da urlo al Moliterno! I lucani salutano la Coppa Italia

ERCOLANO. Primo turno della fase Nazionale di Coppa Italia Dilettanti: si gioca Portici-Moliterno. I ragazzi di Borrelli fanno così il loro personale esordio in questa competizione, mentre per i lucani si tratta della seconda partita ufficiale dopo il pareggio per 1-1 ottenuto in casa contro l’Altamura. Gli azzurri partono benissimo e fanno capire, sin da subito, la voglia di conquistare ogni trofeo quest’anno. Al 3′ è Tommaso Manzo a provarci con una conclusione precisa e potente, ma Fittipaldi è attento e sventa il pericolo. All’11’ il Moliterno si fa pericoloso con Spinelli che, davanti a Mola, spara sull’esterno della rete incredibilmente. Intorno al 18′ è Sardo a rendersi protagonista con un tiro-cross sul quale Fittipaldi è lesto a smanacciare. Due giri di lancette e Murolo effettua un cross che quasi beffava la retroguardia ospite che si rifugia, come può, in calcio d’angolo. Dopo un’occasione capitata sui piedi di Sardo, arriva un calcio di rigore per il Portici: dagli undici metri si presenta Manzo che spiazza l’estremo difensore avversario. Il Moliterno non ci sta e tenta la reazione con Jelpo che dai venti metri calcia, ma Mola, con un grande intervento, smanaccia in angolo. Al 31′ però il Portici raddoppia con Mimmo Olivieri che, in tuffo, traduce in gol il perfetto calcio di punizione battuto da Manzo. Dopo il clamoroso gol divorato da Panico sotto porta su suggerimento al bacio di Sardo, al 35′ il Portici cala il tris con Murolo: palla recuperata sull’out di sinistra e smistata per Incoronato che col mancino colpisce il palo, ma sulla ribattuta c’è Murolo che deposita la sfera in fondo al sacco. Ancora un’occasione per i locali, ancora con Sardo che a 4′ dal termine del primo tempo colpisce la traversa.

LA RIPRESA. Squadre di nuovo sul terreno di gioco. Nonostante l’ampio vantaggio degli azzurri, è comunque la squadra di casa a creare la prima occasione della ripresa con Boussaada che va via molto bene sulla corsia di sinistra, palla al centro e palla spazzata: dalla distanza ci prova Panico ma la sfera termina alta sopra la traversa. Il Moliterno si salva ancora una volta pochi minuti più tardi quando Panico serve Incoronato in area, il quale colpisce ancora un legno. Borrelli poi cambia il modulo dei suoi levando Manzo e inserendo Fiorillo che va a comporre la difesa a tre con Noviello e Follera (terzino a destra) e avanzando Boussaada nel ruolo di esterno destro. La sfortuna di Incoronato continua e al 24′ infatti colpisce il suo terzo palo personale! Il Moliterno non si vuole arrendere, cerca in qualche modo di accorciare le distanze e di accendere una speranza, ma il Portici si difende davvero bene e quando può attacca, come al 36′ quando prima Fava e poi Murolo vengono stoppati solo alla fine. Il Moliterno tira i remi in barca e quasi si risparmia in mezzo al campo, il Portici invece gestisce bene il possesso palla che trova il gol del 4-0 con Incoronato che se lo merita dopo aver colpito tre pali. Il Moliterno dice addio al trofeo, al Portici invece basterà un pari contro l’Altamura per poter passare il turno e accedere ai Quarti di Finale.

IL TABELLINO

PORTICI: Mola, Visone, Boussaada, Olivieri, Follera (28′ st Murolo V.), Noviello, Murolo E. (28′ st Fava), Sardo, Incoronato, Manzo (9′ st Fiorillo), Panico. All: Borrelli.
MOLITERNO: Fittipaldi, Milano (11′ st Perpignano), Jelpo, Spinelli, Marchesano A., Ietto, Marchesano F. (47′ Lauria), Albini, Santucci, Mastroberti, Picariello. All: Masullo.
ARBITRO: Quattrociocchi di Latina.
RETI: 23′ pt Manzo (rig.), 31′ pt Olivieri, 35′ Murolo, 48′ st Incoronato.

Giovanni Visone
Scrivere è la mia più grande passione. In più, amo il calcio per cui descriverlo, raccontarlo e viverlo mi regala gioie immense. Insomma: dove c’è una storia da raccontare, lì c’è la mia mano.