Girone A
La serie delle squadre d'eccellenza

SAN CASTRESE. Al D’Arcangelo di San Castrese, ore 15,30, è andato il scena oggi il derby tra Sessana e ASD Mondragone. Una gara sentitissima da ambedue le partite. Un bel match svoltosi dinanzi ad una folta cornice di pubblico. Vediamo com’è andata.

 

La cronaca

Primo tempo. Pronti, via! A partire meglio è la Sessana che preme forte sull’acceleratore. Al minuto 5 però inaspettatamente è il Mondragone a passare in vantaggio. Break di Sequino a centrocampo che elude la marcatura e lancia in verticale Milone. Lanciato a rete la punta granata calcia in porta di prima intenzione col pallone che scavalca il portiere e si insacca a rete. È 1-0 ospite. Col passare dei minuti sale l’agonismo, si lotta su ogni pallone. Nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra. Al minuto 22 però la Sessana agguanta il pareggio. Gracco scende ottimamente sulla fascia e scarica in mezzo. Dopo un rimpallo sulla palla arriva il numero 11 Sorrentino che si accentra, dribbla l’avversario e col destro scarica in rete sul secondo palo. 1-1 al D’Arcangelo.

I ritmi aumentano ed al minuto 27 è ancora il Mondragone a passare in vantaggio. Punizione dai 35 metri, sulla battuta va Lepre che calcia di potenza. Sulla conclusione centrale erroraccio del classe 2000 Abbate che non riesce a bloccare, la palla gli sfugge dalle mani e finisce in rete. 1-2 granata. Sul finale ancora Mondragone, occasionissima al minuto 33. Trotta lancia per Ischero che controlla e si immola in area avversaria. Il diagonale col mancino dell’esterno viene respinto da Abbate, sulla sfera si avventa Lepre che calcia a botta sicura da posizione ravvicinata. Sulla conclusione però miracolo di Abbate che si riscatta ampiamente dallo sbaglio precedente e salva la propria squadra dal doppio svantaggio.
Secondo tempo. Il secondo tempo procede senza regalare azione alcuna. La partita diventa nervosa, soprattutto da parte dei padroni di casa che non riescono a trovare il pareggio. Poi d’un tratto la svolta. Al minuto 86 i granata calano il tris. In contropiede Lepre scende sulla fascia e scarica al centro. Milone gioca di sponda e Fava riceve, si accentra sul mancino in area e scarica in rete col diagonale preciso. È 1-3 per il Mondragone.

La partita procede a folate. Al minuto 89 è ancora il Mondragone a rendersi pericolosissimo. Triangolo in contropiede tra Solano ed Improta con il primo che viene steso in area. Dal dischetto si presenta Improta che calcia rasoterra ad incrociare. La palla colpisce il palo a portiere spiazzato. Poker sfiorato di un nulla. Il triplice fischio arriva dopo i cinque minuti assegnati. Finisce così a San Castrese. Il derby si colora di granata! Il Mondragone cala il tris ai danni della Sessana. Sbancato il “D’Arcangelo”.

Il tabellino

SESSANA: Abbate, Caiazzo (55’ Di Lanna), Arigò, Gargiulo, Viglietti, Zamprelli (46’ Signore), Agata (46’ Coppola), D’Abronzo (46’ Caruso), Grezio, Gracco, Sorrentino (60’ Del Prete S.)
A disposizione: Paolella, Mottola.
All. De Michele

MONDRAGONE: Iaccarino, Giordano, Trotta, Castaldo, Del Franco, Parente, Lepre (86’ Solano), Sequino (66’ Fava), Milone (85’ Improta), Colella, Ischero (66’ Cavaliere)
A disposizione: Palma, Del Prete C., Lauropoli.
All: Carannante

Marcatori: 5’ Milone (M), 22’ Sorrentino (S), 27’ Lepre (M), 76’ Fava (M)

Ammoniti: Gargiulo (S); Parente (M), Colella (M), Ischero (M).

di -
0 291
In foto, Emanuele Casolare

MONTE DI PROCIDA. Domani 7 ottobre alle ore 15.30, il Monte di Procida sarà impegnato nella 5°giornata di campionato, per il big match contro il Savoia 1908.

I montesi partono dall’importante vittoria contro il Mondragone in trasferta, per 0-1, regalata da una perla di Alessandro Valoroso.


Per questa settimana  a caricare l’ambiente gialloblù, è l’estremo difensore under classe 2000, Emanuele Casolare, tra i riconfermati della passata stagione, che dichiara: “Domani ci aspetta una sfida davvero ostica, contro una formazione blasonata, che abbiamo già incontrato nella gara di andata dei sedicesimi di finale. Abbiamo preparato bene questa partita come le altre del resto, quindi affronteremo la gara a viso aperto sfruttando il fattore campo. Ringrazio il tecnico Marco Mazziotti per la fiducia che mi sta dando, e anche il preparatore dei portieri il mister Pratticò che mi sta aiutando a migliorare sempre di più. Colgo l’occasione per fare un saluto speciale ai miei maestri Marco Giglio ed Arturo Tudisco, che mi hanno permesso di arrivare dove sono”.

A termine della fase di rifinitura il tecnico Marco Mazziotti ha diramato l’elenco dei convocati:

PORTIERI: Casolare ’00, Carezza

DIFENSORI: Carrano ’99, Esperimento, Petruccio ’98, Petrone ’00, Barretta ’99, Autiero, Punziano, Iannuzzi ’00

CENTROCAMPISTI: Attanasio ’00, Costagliola, Valoroso, Caputo, De Simone, Iazzetta ’98

ATTACCANTI: Di Matteo, Coppola, Lucignano ’98, Capuano, Raia, Palma, Esposito ’98

Top 11
Top 11 GIRONE A

NAPOLI. Torna il consueto appuntamento con la rubrica “Top 11”. Di seguito riportiamo la migliore formazione della 4.a giornata del Girone A scelta da Tutto Eccellenza.

TOP 11 GIRONE A (3-4-3)

Casolare (Monte di Procida), Autiero (Monte di Procida), Pucino (Maddalonese), Viscovo (San Giorgio), Inserra (Puteolana 1902), Costanzo (C. Frattese), Bonavolontà (Maddalonese), Valoroso (Monte di Procida), Sperandeo (Casoria), Caso Naturale (Savoia), Del Sorbo (Afragolese). All.: La Manna (Casoria)

di -
0 199

MONDRAGONE. Si è svolta oggi alle 15:30 presso il “Conte” di Mondragone la sfida valida per la quarta giornata del campionato di eccellenza girone A. A scendere in campo il Mondragone padrone di casa e gli ospiti del Monte di Procida. Mister Carannante deve fare a meno di capitan Colella infortunato, negli ospiti da primo minuto c’è Capuano in magic moment dopo la doppietta in coppa in casa del Savoia.

Il primo tempo…

Prima frazione non troppo diverte al “Conte” con nessuna delle due squadre che riesce a prendere in mano il pallino del gioco. Il primo squillo è granata con Castaldo che calcia dal limite, conclusione però centrale. Al 18′ ottima occasione per i granata, 1-2 tra Milone e Fava con il primo che calcia forte in porta ma Casolare riesce a smorzare la conclusione e mettere in calcio d’angolo. L’unico guizzo degli ospiti della prima frazione arriva al 28′ quando Capuano ci prova direttamente da calcio di punizione, Iaccarino però è attento. Senza troppe emozioni finisce così il primo tempo.

La ripresa…

Nella ripresa la partita si viviacizza un po’, dopo un minuto ci prova subito Capuano, destro però fuori. Il Mondragone risponde con Federico che calcia dal limite dell’area, il tiro deviato viene messo in angolo da Casolare. Al 13′ sugli sviluppi di un corner Punziano prova la rovesciata, palla sull’esterno della rete. 19′ minuto Sequino recupera un pallone al limite dell’area, salta un avversario e serve Lepre, il suo destro però è fuori di un soffio, anche se il guardalinee aveva alzato la bandierina. Al 21′ arriva la svolta del match, Valoroso, entrato nella ripresa, lascia partire un destro potentissimo che si insacca alle spalle di Iaccarino, portando così in vantaggio gli ospiti. Mister Carannante si gioca tutte le carte inserendo Solano e Nugnes ma il Mondragone non riesce a buttare giù il muro del Monte di Procida. Dopo 3′ minuiti di recupero finisce così la partita.
Mondragone che dopo le ottime prestazioni fino ad ora si inceppa in una giornata no, l’assenza di Colella si fa sentire molto. Per il Monte di Procida arriva la prima vittoria stagionale, ottima gara sopratutto in fase difensiva, biancoblù che si giocheranno le loro carte per la salvezza fino alla fine.

Il tabellino

MONDRAGONE: Iaccarino; Federico, Trotta (46′ Importa) , Parente, Del Franco, Castaldo (53′ Vincenzi) , Lepre, Sequino (73′ Solano) Milone, Fava (73′ Nugnes), Cristillo.
A disposizione: Palma, Ischero, Lauropoli.
All. Vincenzo Carannante.

MONTE DI PROCIDA: Casolare, Petruccio, Esperimento, Costagliola, Punziano, Autiero, Attanasio, Caputo (53′ Valoroso), Capuano (75′ Raia), Di Matteo (87′ Lucignano), Palma.
A disposizione: Carezza, Carrano, Barretta, Coppola.
All. Mazziotti

Marcatori: 66′ Valoroso (MP)

Ammoniti: Esperimento (MP), Costagliola (MP), Punziano (MP).

Espulsi: Federico (M)

Le parole di Stiletti e Borrelli

Le parole del diesse Stiletti

Purtroppo quando hai di fronte un avversario concentrato che ci tiene a fare bella figura, alla prima disattenzione vieni punito. Abbiamo subito gol su due nostri errori e quando sbagli una buona squadra come la Frattese ti mette in difficoltà. Credo che loro abbiano chiuso meritatamente il primo tempo in vantaggio di due reti, poi nella ripresa è venuta fuori la vera Afragolese”.

L’allenatore Pasquale Borrelli

“Gara molto tattica nel primo tempo, nella quale siamo andati sotto su due nostri errori, in particolare sulla seconda rete c’è stata una disattenzione su palla inattiva. Su questo dobbiamo lavorare in settimana. Nella ripresa invece’è stata una grande reazione, giocando come sappiamo. Nel complesso abbiamo disputato una grande gara e c’è rammarico perché pote-vamo vincerla. Abbiamo avuto un avvio di campionato difficile, affrontando tante ottime squadre”.

di -
0 90
Squadre a centrocampo (Foto Buonamano)

Termina senza reti il match tra Giugliano e Sessana al “Vallefuoco” di Mugnano gara valida per la quarta giornata del girone A di Eccellenza. Decisamente meno la Sessana che meritava la vittoria ed i tre punti rispetto ad un Giugliano rinunciatario.

Le formazioni

Ritorna il 4-3-3 tra gli aurunci dopo la pausa di mercoledì in Coppa, davanti giostra il trio composto da Grezio, Gracco e Sorrentino, fuori per squalifica sia Barone Lumaga che Bacio Terracino. 4-4-2 per il Giugliano di Ciro Amorosetti, Tarallo riferimento centrale con il giovane Cacciapuoti di fianco.

Primo tempo

Le due squadre sono in perfetto equilibrio nei primi istanti del match, anche se maggior possesso di palla e predominio territoriale sono casertani. La prima occasione pericolosa della gara viene costruita sull’out destro della Sessana, D’Abronzo si appoggia a Gracco che serve lo stesso numero otto che si inserisce nello spazio, il classe ’89 prova con il destro a beffare Navarra che in due tempi respinge e blocca il pallone. Non si fa attendere la risposta del Giugliano che costruisce tutta la manovra appoggiandosi all’ariete Tarallo che al 19′ scarica il pallone per l’accorrente D’Angelo che lascia partire una conclusione che termina sull’esterno della rete. Fallo e giallo al 25′ per Caiazza che però rimane a terra ed è costretto, due minuti dopo, ad uscire dal terreno di gioco, al suo posto dentro Mascolo con Amorosetti che ridisegna il suo Giugliano abbassando Maisto in difesa ed Arenella centrocampista centrale. È il Giugliano ad avere l’occasionissima al 32′, azione confusa dei tigrotti con la sfera che arriva sui piedi di Enea Coppola che lascia partire una bordata dal limite dell’area, il pallone è destinato all’angolino, ma è di tutt’altro avviso Abbate che con un balzo felino mette il pallone in angolo. Sale il pressing dei padroni di casa che provano ad imbeccare Tarallo con i cross dalla trequarti, il pallone termina fuori dopo il colpo di testa del numero nove. Dopo un solo minuto di recupero si va a riposo, match in equilibrio dopo un vivace primo tempo.

Secondo tempo

Cambio ad inizio della ripresa con Di Lanma che sostituisce l’infortunato Arigó con D’Abronzo che si abbassa a sinistra. Proteste vibranti della Sessana dopo due minuti per l’atterramento di Sorrentino causato da Barra, ma il direttore di gara Ursini di Pescara lascia proseguire. Illusione del goal al 54′ quando dallo scambio corto su corner Gracco pennella per D’Abronzo che anticipa tutti sul primo palo ed impatta di testa, il pallone passa davanti tutto lo specchio della porta senza varcare mai la linea terminando sul secondo palo con la retroguardia giuglianese che si salva. Diventano due gli episodi da rivedere nel post partita quando da una ripartenza veloce di Gracco il pallone stava per finire a Grezio, ma il numero nove viene spintonato e finisce a terra, lascia ancora proseguire il direttore di gara tra l’incredulità dei casertani. Solamente la Sessana in campo, il Giugliano si arrocca dietro con Palma che prova a disturbare Agata in mediana che detta i tempi aurunci. Dentro Caruso per Caiazzo, giàlloblu a trazione anteriore con Gargiulo a fare il terzino destro, i padroni di casa non superano mai la metà campo cercando improvvisi attacchi senza esito. Cinque minuto di recupero, la Sessana ci prova anche all’ultimo secondo su corner con Navarra che smanaccia, termina senza reti una gara dominata dalla Sessana e con ancora qualche macchia dovuta alla direzione di gara, ancora una volta scadente.

Il tabellino

GIUGLIANO: Navarra, Barra, Scarparo, D’Angelo (55′ Cirino), Caiazza (27’Mascolo), Pirozzi, Maisto, Coppola, Tarallo (94′ Del Franco), Arenella (93′ Eligibile), Cacciapuoti (65′ Palma). All. Amorosetti. A disp. Speranza, Aprile.

SESSANA: Abbate, Caiazzo (81′ Caruso) Arigó (46′ Di Lanna), Gargiulo, Viglietti, Signore (62′ Zamparelli), Agata, D’Abronzo, Grezio, Sorrentino, Gracco (83′ Coppola) All. De Michele. A disp. Vrola, Nardi, Del Prete.

ARBITRO: Ursini di Pescara

ASSISTENTI: Castaldo di Frattamaggiore – Gargiulo di Ercolano

AMMONITI: Caiazza (GIU); D’Abronzo, Gracco, Caruso (SES)

RECUPERO: 1′ PT; 5′ ST

CORNER: 7-3 per la Sessana

Ufficio Stampa US Sessana 1915

di -
0 209

Il Casoria trova la sua terza vittoria consecutiva in campionato e rialza la testa dopo la sconfitta in Coppa con due gol di Sperandeo contro un'ostica Mariglianese.

Casoria_Mariglianese_tuttoeccelleza

CASORIA. Riprendersi dopo un ko come quello in Coppa era fondamentale per la formazione di Vincenzo La Manna, che riesce nell’intento battendo una formazione ostica ed arcigna come la Mariglianese grazie ad un magistrale Sperandeo, bravo a realizzare una doppietta al momento giusto.

UNA PARTITA EQUILIBRATA. Il Casoria inizia molto bene la partita contro i biancocelesti di Peluso, che rischiano di andare sotto con due occasioni nei primi cinque minuti da parte di Simonetti, che trova preparato in entrambi i casi Cangiano. La Mariglianese non ci sta a subire l’avanzata viola e si fa avanti, prendendo il pallino del gioco, anche se le occasioni arrivano da parte dei padroni di casa che vanno ancora vicini al vantaggio con Sperandeo che ha la sfortuna di ritrovarsi entrambe le occasioni respinte sulla linea di porta. Gli ospiti oltre che detenere il possesso palla, creano occasioni come il tiro di Cirella che va fuori di poco e nel finale il tiro di Caccia che sfiora il palo.

SPERANDEO SHOW NELLA RIPRESA. La seconda frazione di gioco si apre come la prima, con un grande equilibrio, che però non vede occasioni degne di nota, ma tanta battaglia a centrocampo. Fino alla mezz’ora, quando Sperando, servito perfettamente da Gioielli, oggi praticamente in qualsiasi posizione del campo, controlla e firma il vantaggio dei padroni di casa. Il gol galvanizza pubblico e squadra, che dopo appena sei minuti chiude il match: Cafaro mette un bel cross in area, Sperandeo la sistema e piazza una splendida rovesciata a cui Cangiano non può arrivare. Due a zero e tanti, tanti applausi al bomber viola. La Mariglianese prova a darsi uno scossone, e si presenta più volte dalle parti di Bardet, i tentativi però sono vani. Il Casoria quindi vola su un po’ a sorpresa, un po’ dimostrando che la programmazione è stata fatta ad arte da società e squadra.

CASORIA: Bardet 7, Bottigliero 6, Franci 6.5, Mautone 6(’12 s.t. Puccinelli 7), Capogrosso 6.5, Diana 6(’26 s.t. Cafaro 6.5), D’Onofrio 6.5(’26 s.t. Yaya 6.5), Foti 6(’48 s.t. Grieco sv), Sperandeo 8.5, Gioielli 7, Simonetti 6.5(’43 s.t. Capogrosso sv); All. La Manna 7

MARIGLIANESE: Cangiano 7, Sparano 6, Forino 5, Cardore 5.5, Caccia 6, Pellini 6, Tedeschi 6, Raiola 6(’23 s.t. Marulli 6), Di Biase 6, Amoroso 5.5, Cirelli 6(‘6 s.t. Romano 6); All. Peluso 6

ARBITRO: Guarnieri di Battipaglia 6

ASSISTENTI: Guerra (Nola) – Izzo (Torre del Greco)

MARCATORI: ’32 s.t. e ’38 s.t. Sperandeo

AMMONITI: Mautone, Amoroso, D’Onofrio, Cardore

ESPULSI: Forino

NOTE: 350 spettatori circa; terreno in buone condizioni.

di -
0 147
Puteolana 1902

POZZUOLI. Tre punti fondamentali per la Puteolana, conquistati contro il Real Forio. Decide un’autorete di Mancusi. Nel primo tempo è subito assedio granata che al secondo minuto già deliziano il pubblico con un azione corale che culmina con una clamorosa doppia traversa. Al 18′ i granata passano in vantaggio a causa dell’autogol di Mancusi.  Nella ripresa il Real Forio è continuamente nell’area flegrea, ma non riesce a pareggiare.

Il tabellino di Puteolana-Real Forio

PUTEOLANA: Salineri, Marino, Novelli, Gatta, manzi, Gargiulo, Conte, Inserra, Pastore, Carotenuto, Palomba. A disposizione: Riccio, Improta, Chierchia, Capezza, Vitagliano, Napolitano, Guadagnuolo. All.: Marino.
REAL FORIO: Impagliazzo, Calise, Iacono, Calise, Mancusi, Di Dato, Castagna, Trofa, Savio, Sannino, Aiello. All.: Leo.
ARBITRO: Garofalo di Torre del Greco.
MARCATORI: 18′ Mancusi (aut.).
NOTE: terreno di gioco in ottime condizioni di gioco.

di -
0 45
La squadra del Barano

Il Barano vince e convince contro il Pimonte. Per la squadra di “Billone” Monti è la prima vittoria in questo campionato. Invece la formazione di Durazzo resta appollaiata ad un punto. I padroni di casa sono riusciti a chiudere la gara nel primo tempo segnando con Capone (7′) e Cuomo (42′). Nella ripresa gli ospiti accorciano le distanze con Ascione, ma serve a poco.

Il tabellino di Barano-Pimonte

BARANO: Martucci 6.5, Errichiello 6, Di Costanzo 6, Capone 7, Monti 6.5, Chiariello 6, Di Massa 6 (15’st Migliaccio 6), Arcamone G. 6, Arcamone A. 6, Rizzo 6, Cuomo 7. All.: Monti 6.5.
PIMONTE: Cirillo 5.5, Grosso 5.5, Russo 5.5, D’Amaro 6 (1’st Cortiglia 5.5), Starita 6, Stile 6 (1’st Buondonno 5.5), Conò 6 (1’st Donnarumma 5.5), Panariello 5.5 (27’st Marasco 5), Ascione 6.5, Pelagione 6 (32’st Redinni 5), Sorrentino 5.5. All.: Durazzo 5.5.

ARBITRO: Palomba di Torre del Greco 6.
RETI: 7’pt Capone, 42’pt Cuomo, 34’st Ascione.
NOTE: ammoniti Arcamone A. e Sorrentino.

Direzione

Simone Scala
1450 ARTICOLI0 COMMENTI