Mariglianese, scaricato Ciontoli. Il portiere: “Dovevo tagliarmi lo stipendio, ho rifiutato quattro...

Mariglianese, scaricato Ciontoli. Il portiere: “Dovevo tagliarmi lo stipendio, ho rifiutato quattro squadre e ho creduto alla loro parola”

NAPOLI. Clamorosa notizia di calciomercato: la Mariglianese dice addio a Ciontoli. La società ha deciso di non puntare sull’ex Sessana e Rinascita Vico. La redazione di TuttoEccellenza ha intervistato in esclusiva l’estremo difensore.

Le parole di Ciontoli

Mi hanno contattato ieri sera per dirmi che se volevo rimanere dovevo tagliarmi lo stipendio. Senza motivazioni o spiegazioni a quattro dalla chiusura del mercato. Io per la Mariglianese ho rifiutato 4 squadre, mi sto allenando dal 17 luglio con l’equipe campania (già accordato con Marigliano) per poi proseguire il ritiro con la Mariglianese. Al momento della firma avevamo già definiti i rimborsi per l’annata dandoci la mano. Mai commesso una irregolarità, sempre primo agli allenamenti, mai detta una parola fuori posto mi sono comportato da professionista serio. La mia parola dall’inizio lo portata fino alla fine rifiutando squadre che mi chiamavano anche senza già aver firmato con la Mariglianese. Ieri sera quando mi hanno chiamato mi è caduto il mondo addosso avendo una famiglia da portare avanti. Senza alcun motivo o spiegazione, ma la cosa più grave è che nessuno mi ha saputo dire di chi è stata la decisione, tutti scarica barile. Comunque auguro alla Mariglianese di raggiungere gli obbiettivi prefissati ad inizio stagione e di fare un in bocca al lupo ai ragazzi”.

Simone Scala
Figlio di un imprenditore, voglio intraprendere la strada del giornalismo. La mia passione più grande è il calcio, senza quel pallone che rotola non so se riuscirei a vivere.