Obiettivi mensili:settembre 2017

Le parole di Stiletti e Borrelli

Le parole del diesse Stiletti

Purtroppo quando hai di fronte un avversario concentrato che ci tiene a fare bella figura, alla prima disattenzione vieni punito. Abbiamo subito gol su due nostri errori e quando sbagli una buona squadra come la Frattese ti mette in difficoltà. Credo che loro abbiano chiuso meritatamente il primo tempo in vantaggio di due reti, poi nella ripresa è venuta fuori la vera Afragolese”.

L’allenatore Pasquale Borrelli

“Gara molto tattica nel primo tempo, nella quale siamo andati sotto su due nostri errori, in particolare sulla seconda rete c’è stata una disattenzione su palla inattiva. Su questo dobbiamo lavorare in settimana. Nella ripresa invece’è stata una grande reazione, giocando come sappiamo. Nel complesso abbiamo disputato una grande gara e c’è rammarico perché pote-vamo vincerla. Abbiamo avuto un avvio di campionato difficile, affrontando tante ottime squadre”.

di -
0 92

La Virtus Avellino saluta il mese di settembre con una partita maiuscola e si mette alle spalle la crisi di risultati, ma non di gioco, che aveva accompagnato la squadra biancoverde nelle prime uscite stagionali.

Il primo tempo

Un primo tempo perfetto permette agli uomini di mister Rino Criscitiello di alzare le fondamenta alla prima vittoria stagionale che per prestazione e risultato finale riporta il sorriso in casa virtussina e rilancia le ambizioni della squadra virtussina.

Che la partita sarebbe stata interpretata in un certo modo sono bastati i primi minuti per capirlo, con D’Acierno, Viscido, Torsiello, Alleruzzo e Palmariello che si rendono subito pericolosi. Al 18’ la pressione della Virtus viene premiata. Torsiello serve D’Acierno al limite dell’area di rigore. Controllo perfetto e sinistro imprendibile che tocca il palo e si adagia in fondo al sacco. Neanche un giro di lancette e la Virtus mette nuovamente la freccia. Errore in disimpegno del numero uno giallorosso Belviso. Torsiello non fa complimenti, raccoglie la palla e al 19’ il bomber biancoverde si sblocca. Ed è 2-0. La Virtus non si accontenta. Capitan Rega continua a mantenere il pallino del gioco e, indisturbato, smista palloni a tutto campo. Al 25’ ancora Torsiello pescato in area. Lo stop e poco felice e la palla finisce tra le braccia del portiere. La partita si incattivisce e l’arbitro è costretto a interrompere spesso il gioco. Al 30’ ammonito De Riso per proteste. La prima incursione in area del San Vito si registra al 31’ Colpo di testa di Vallefuoco e palla alta sulla traversa. All’azione successiva è Amita a beccarsi il giallo per entrata scomposta su un mobilissimo Palmariello. Al 34’ entra in area Alleruzzo che prova il colpo ad effetto in corsa. Palla alta. La Virtus vuole chiudere la partita ma Torsiello al 35’ fa tutto da solo. Si libera bene ma il suo tiro dalla distanza è ribattuto. Capovolgimento di fronte e Langella (SV) dal limite impegna severamente Giliberti. Il primo intervento è da applausi. Il resto sono schermaglie al centro del campo prima della pausa.

La ripresa

Parte il secondo tempo e il San Vito opta subito per la prima sostituzione. Esce Coppola per Tahiri. Al 49’ il tiro di Di Ruocco (SV) è alto. Il San Vito prova a risollevare la testa ma è ancora la Virtus a fare la partita colpendo sulla fascia con Oliva che al 53’ entra in area e prova la conclusione senza fortuna. Cinque minuti dopo Torsiello, servito da D’Acierno scattato sul filo del fuorigioco, arriva in ritardo all’appuntamento con il pallone da posizione favorevole al centro dell’area. Al 60’ secondo cambio per il San Vito esce Buondonno per Porzio. Al 62’ doppio cambio anche per la Virtus: escono Viscido e Palmariello entrano Ripoli e Lippiello e la partita cambia nuovamente inerzia. Al 65’ la catena di sinistra Oliva/Ripoli spinge senza sosta e il neo entrato confezione l’assist per la doppietta di D’Acierno che aggancia in area e la mette comodamente alle spalle di Belviso. Si batte e il San Vito accorcia le distanze con un tiro dalla lunghissima distanza di Di Ruocco che beffa un disattento Giliberti. La partita non ha esaurito il suo appeal e al 71’ la Virtus rimette tutto a posto con il secondo gol anche di Torsiello che, servito ancora da D’Acierno, non può che metterla in fondo al sacco. I gemelli del gol si trovano alla perfezione e mister Criscitiello preferisce preservare lo stremato D’Acierno per i prossimi impegni. L’autore dell’assist esce tra gli applausi per far posto a Shullazi. Al 80’ escono Amita e Farriciello per Del Sorbo e Viscovo per il San Vito Positano, ma questo non sposta di una virgola l’andamento della gara. La Virtus macina ancora terreno e al 81’ Alleruzzo chiama all’intervento Belviso. Al 87’ esce De Riso per De Sciscio. Gli ultimi 3 minuti sono tutti di marca biancoverde. I lupacchiotti di Criscitiello azzannano altre due volte i ragazzi del San Vito. L’impatto di Ripoli è devastante e al 89’ la mette in porta con un preciso destro ad incrociare. Al 90’ l’eurogol di Alleruzzo chiude i conti e l’incontro. Il suo destro dal limite è da applausi e manda il pubblico del Comunale di San Michele di Serino in visibilio. Game – set – match. La Virtus festeggia la sua prima vittoria con un roboante 6-1 al San Vito e si mette alle spalle la crisi.

La fotogallery

di -
0 84
Squadre a centrocampo (Foto Buonamano)

Termina senza reti il match tra Giugliano e Sessana al “Vallefuoco” di Mugnano gara valida per la quarta giornata del girone A di Eccellenza. Decisamente meno la Sessana che meritava la vittoria ed i tre punti rispetto ad un Giugliano rinunciatario.

Le formazioni

Ritorna il 4-3-3 tra gli aurunci dopo la pausa di mercoledì in Coppa, davanti giostra il trio composto da Grezio, Gracco e Sorrentino, fuori per squalifica sia Barone Lumaga che Bacio Terracino. 4-4-2 per il Giugliano di Ciro Amorosetti, Tarallo riferimento centrale con il giovane Cacciapuoti di fianco.

Primo tempo

Le due squadre sono in perfetto equilibrio nei primi istanti del match, anche se maggior possesso di palla e predominio territoriale sono casertani. La prima occasione pericolosa della gara viene costruita sull’out destro della Sessana, D’Abronzo si appoggia a Gracco che serve lo stesso numero otto che si inserisce nello spazio, il classe ’89 prova con il destro a beffare Navarra che in due tempi respinge e blocca il pallone. Non si fa attendere la risposta del Giugliano che costruisce tutta la manovra appoggiandosi all’ariete Tarallo che al 19′ scarica il pallone per l’accorrente D’Angelo che lascia partire una conclusione che termina sull’esterno della rete. Fallo e giallo al 25′ per Caiazza che però rimane a terra ed è costretto, due minuti dopo, ad uscire dal terreno di gioco, al suo posto dentro Mascolo con Amorosetti che ridisegna il suo Giugliano abbassando Maisto in difesa ed Arenella centrocampista centrale. È il Giugliano ad avere l’occasionissima al 32′, azione confusa dei tigrotti con la sfera che arriva sui piedi di Enea Coppola che lascia partire una bordata dal limite dell’area, il pallone è destinato all’angolino, ma è di tutt’altro avviso Abbate che con un balzo felino mette il pallone in angolo. Sale il pressing dei padroni di casa che provano ad imbeccare Tarallo con i cross dalla trequarti, il pallone termina fuori dopo il colpo di testa del numero nove. Dopo un solo minuto di recupero si va a riposo, match in equilibrio dopo un vivace primo tempo.

Secondo tempo

Cambio ad inizio della ripresa con Di Lanma che sostituisce l’infortunato Arigó con D’Abronzo che si abbassa a sinistra. Proteste vibranti della Sessana dopo due minuti per l’atterramento di Sorrentino causato da Barra, ma il direttore di gara Ursini di Pescara lascia proseguire. Illusione del goal al 54′ quando dallo scambio corto su corner Gracco pennella per D’Abronzo che anticipa tutti sul primo palo ed impatta di testa, il pallone passa davanti tutto lo specchio della porta senza varcare mai la linea terminando sul secondo palo con la retroguardia giuglianese che si salva. Diventano due gli episodi da rivedere nel post partita quando da una ripartenza veloce di Gracco il pallone stava per finire a Grezio, ma il numero nove viene spintonato e finisce a terra, lascia ancora proseguire il direttore di gara tra l’incredulità dei casertani. Solamente la Sessana in campo, il Giugliano si arrocca dietro con Palma che prova a disturbare Agata in mediana che detta i tempi aurunci. Dentro Caruso per Caiazzo, giàlloblu a trazione anteriore con Gargiulo a fare il terzino destro, i padroni di casa non superano mai la metà campo cercando improvvisi attacchi senza esito. Cinque minuto di recupero, la Sessana ci prova anche all’ultimo secondo su corner con Navarra che smanaccia, termina senza reti una gara dominata dalla Sessana e con ancora qualche macchia dovuta alla direzione di gara, ancora una volta scadente.

Il tabellino

GIUGLIANO: Navarra, Barra, Scarparo, D’Angelo (55′ Cirino), Caiazza (27’Mascolo), Pirozzi, Maisto, Coppola, Tarallo (94′ Del Franco), Arenella (93′ Eligibile), Cacciapuoti (65′ Palma). All. Amorosetti. A disp. Speranza, Aprile.

SESSANA: Abbate, Caiazzo (81′ Caruso) Arigó (46′ Di Lanna), Gargiulo, Viglietti, Signore (62′ Zamparelli), Agata, D’Abronzo, Grezio, Sorrentino, Gracco (83′ Coppola) All. De Michele. A disp. Vrola, Nardi, Del Prete.

ARBITRO: Ursini di Pescara

ASSISTENTI: Castaldo di Frattamaggiore – Gargiulo di Ercolano

AMMONITI: Caiazza (GIU); D’Abronzo, Gracco, Caruso (SES)

RECUPERO: 1′ PT; 5′ ST

CORNER: 7-3 per la Sessana

Ufficio Stampa US Sessana 1915

di -
0 203

Il Casoria trova la sua terza vittoria consecutiva in campionato e rialza la testa dopo la sconfitta in Coppa con due gol di Sperandeo contro un'ostica Mariglianese.

Casoria_Mariglianese_tuttoeccelleza

CASORIA. Riprendersi dopo un ko come quello in Coppa era fondamentale per la formazione di Vincenzo La Manna, che riesce nell’intento battendo una formazione ostica ed arcigna come la Mariglianese grazie ad un magistrale Sperandeo, bravo a realizzare una doppietta al momento giusto.

UNA PARTITA EQUILIBRATA. Il Casoria inizia molto bene la partita contro i biancocelesti di Peluso, che rischiano di andare sotto con due occasioni nei primi cinque minuti da parte di Simonetti, che trova preparato in entrambi i casi Cangiano. La Mariglianese non ci sta a subire l’avanzata viola e si fa avanti, prendendo il pallino del gioco, anche se le occasioni arrivano da parte dei padroni di casa che vanno ancora vicini al vantaggio con Sperandeo che ha la sfortuna di ritrovarsi entrambe le occasioni respinte sulla linea di porta. Gli ospiti oltre che detenere il possesso palla, creano occasioni come il tiro di Cirella che va fuori di poco e nel finale il tiro di Caccia che sfiora il palo.

SPERANDEO SHOW NELLA RIPRESA. La seconda frazione di gioco si apre come la prima, con un grande equilibrio, che però non vede occasioni degne di nota, ma tanta battaglia a centrocampo. Fino alla mezz’ora, quando Sperando, servito perfettamente da Gioielli, oggi praticamente in qualsiasi posizione del campo, controlla e firma il vantaggio dei padroni di casa. Il gol galvanizza pubblico e squadra, che dopo appena sei minuti chiude il match: Cafaro mette un bel cross in area, Sperandeo la sistema e piazza una splendida rovesciata a cui Cangiano non può arrivare. Due a zero e tanti, tanti applausi al bomber viola. La Mariglianese prova a darsi uno scossone, e si presenta più volte dalle parti di Bardet, i tentativi però sono vani. Il Casoria quindi vola su un po’ a sorpresa, un po’ dimostrando che la programmazione è stata fatta ad arte da società e squadra.

CASORIA: Bardet 7, Bottigliero 6, Franci 6.5, Mautone 6(’12 s.t. Puccinelli 7), Capogrosso 6.5, Diana 6(’26 s.t. Cafaro 6.5), D’Onofrio 6.5(’26 s.t. Yaya 6.5), Foti 6(’48 s.t. Grieco sv), Sperandeo 8.5, Gioielli 7, Simonetti 6.5(’43 s.t. Capogrosso sv); All. La Manna 7

MARIGLIANESE: Cangiano 7, Sparano 6, Forino 5, Cardore 5.5, Caccia 6, Pellini 6, Tedeschi 6, Raiola 6(’23 s.t. Marulli 6), Di Biase 6, Amoroso 5.5, Cirelli 6(‘6 s.t. Romano 6); All. Peluso 6

ARBITRO: Guarnieri di Battipaglia 6

ASSISTENTI: Guerra (Nola) – Izzo (Torre del Greco)

MARCATORI: ’32 s.t. e ’38 s.t. Sperandeo

AMMONITI: Mautone, Amoroso, D’Onofrio, Cardore

ESPULSI: Forino

NOTE: 350 spettatori circa; terreno in buone condizioni.

di -
0 51
Audax Cervinara

Vittoria Audax Cervinara

Comanda il girone B di Eccellenza l’Audax Cervinara. Terzo successo in quattro sfide e primo stagionale lontano dal fortino amico del ‘Canada-Cioffi’. La squadra caudina vince anche sul difficile campo di Palma Campania. Nel primo tempo Zerillo porta in vantaggio due volte la squadra ospite. Nella ripresa Piccirillo al 47′ accorcia le distanze ma è inutile. La Palmese paga l’inferiorità numerica, espulsi Manzo e La Marca

Il tabellino di Palmese-Cervinara

PALMESE: Ferrieri 5.5, Manzo 5, Maresca 5.5, Piccirillo 6, La Marca 5.5, Cavallini 6 (18’ st Basile 5.5), Nevola 6 (43’ st Grimaldi sv), Perna 6 (36’ st Sorrentino sv), Malafronte 5.5 (34’ st Altea sv), Fragiello 6, Paradiso 6. All.: Cimmino 5.5.
AUDAX CERVINARA: D’Inverno 6.5, Ciampi 6, Russolillo 6, Krivca 6 (44’ st Cillo sv), Befi 6, Fusco 6, Zerillo 7 (44’ st Castiello sv), Calandrelli 6, Taddeo 6, Furno 6, Petrone 6 (22’ st Clemente 6). All.: Iuliano 6.
ARBITRO: Girgenti di Agrigento 6.
RETI: 10’ pt e 17’ pt Zerillo, 46’ st Piccirillo.
NOTE: ammoniti Calandrelli, Perna, Piccirillo. Espulsi Manzo e la Marca.

di -
0 51

Vittoria Castel San Giorgio, Solofra ko

AVELLINO. Il Solofra cade tra le propria mura amiche, il Castel San Giorgio conquista la prima vittoria dopo tre pareggi consecutivi. La squadra di Messina non riesce a reagire dopo aver subito il gol dai salernitani con Napoletano. Per la truppa conciara è il secondo ko di fila dopo quello di Cervinara che costò anche il rosso a Balzano. Izzo ha sfiorato l’eurogol con un traversone sballato che ha impattato col montante. Salernitani ancora imbattuti dopo 360′.

(fonte: iamcalcioavellino.it)

di -
0 139
Puteolana 1902

POZZUOLI. Tre punti fondamentali per la Puteolana, conquistati contro il Real Forio. Decide un’autorete di Mancusi. Nel primo tempo è subito assedio granata che al secondo minuto già deliziano il pubblico con un azione corale che culmina con una clamorosa doppia traversa. Al 18′ i granata passano in vantaggio a causa dell’autogol di Mancusi.  Nella ripresa il Real Forio è continuamente nell’area flegrea, ma non riesce a pareggiare.

Il tabellino di Puteolana-Real Forio

PUTEOLANA: Salineri, Marino, Novelli, Gatta, manzi, Gargiulo, Conte, Inserra, Pastore, Carotenuto, Palomba. A disposizione: Riccio, Improta, Chierchia, Capezza, Vitagliano, Napolitano, Guadagnuolo. All.: Marino.
REAL FORIO: Impagliazzo, Calise, Iacono, Calise, Mancusi, Di Dato, Castagna, Trofa, Savio, Sannino, Aiello. All.: Leo.
ARBITRO: Garofalo di Torre del Greco.
MARCATORI: 18′ Mancusi (aut.).
NOTE: terreno di gioco in ottime condizioni di gioco.

di -
0 42
La squadra del Barano

Il Barano vince e convince contro il Pimonte. Per la squadra di “Billone” Monti è la prima vittoria in questo campionato. Invece la formazione di Durazzo resta appollaiata ad un punto. I padroni di casa sono riusciti a chiudere la gara nel primo tempo segnando con Capone (7′) e Cuomo (42′). Nella ripresa gli ospiti accorciano le distanze con Ascione, ma serve a poco.

Il tabellino di Barano-Pimonte

BARANO: Martucci 6.5, Errichiello 6, Di Costanzo 6, Capone 7, Monti 6.5, Chiariello 6, Di Massa 6 (15’st Migliaccio 6), Arcamone G. 6, Arcamone A. 6, Rizzo 6, Cuomo 7. All.: Monti 6.5.
PIMONTE: Cirillo 5.5, Grosso 5.5, Russo 5.5, D’Amaro 6 (1’st Cortiglia 5.5), Starita 6, Stile 6 (1’st Buondonno 5.5), Conò 6 (1’st Donnarumma 5.5), Panariello 5.5 (27’st Marasco 5), Ascione 6.5, Pelagione 6 (32’st Redinni 5), Sorrentino 5.5. All.: Durazzo 5.5.

ARBITRO: Palomba di Torre del Greco 6.
RETI: 7’pt Capone, 42’pt Cuomo, 34’st Ascione.
NOTE: ammoniti Arcamone A. e Sorrentino.

di -
0 137
foto della pagina facebook Savoia 1908

Ci pensa ancora una volta lui, Caso Naturale. Si era messa davvero malissimo per il Savoia che in casa contro il Volla soffre, ma porta a casa 3 punti preziosissimi grazie al suo bomber, che a pochi minuti dalla fine regala la vittoria ai suoi. Volla che ci aveva quasi creduto con la doppietta di De Marino che aveva ribaltato l’iniziale vantaggio di Caso Naturale. Nel finale però è emerso tutto l’orgoglio del Savoia che porta il punteggio sul 3-2.

Primo tempo

Prima frazione di gioco dominata dai padroni di casa che partono subito forte con Esposito che sfiora il gol di testa su cross di De Rosa. Al 7’ è ancora Esposito a provare il tiro e per poco Sollo non rischia l’autogol prima di deviare in angolo. La lotta personale di Esposito con il gol continua all’11’ minuto quando il centrocampista del Savoia dopo un controllo in area prova la botta senza però avere fortuna. Al 27’ però ci pensa il solito Caso Naturale a sbloccare il match con un tap in sotto porta che fissa il punteggio sull’1-0. Nel finale c’è anche l’occasione per il Volla di trovare il pari con Aliyev che da due passi manda a lato.

Secondo tempo

Ad inizio ripresa il Savoia si fa male da solo e De Marino trova il gol del pari dopo l’errore di Di Girolamo. Nulla può D’Aquino sulla conclusione dell’attaccante del Volla. Al 65’ arriva il clamoroso gol degli ospiti ancora con De marino che devia in rete la respinta di Di Girolamo in area di rigore. Al 70’ Del Prete prova la conclusione che termina di un soffio a lato. A pochi minuti dalla fine Esposito trova l’insperata rete del pari dopo la respinta di Sollo. All’85’ Savoia vicinissimo al vantaggio ancora con Esposito ma Sollo compie un altro miracolo. LA spinta dei padroni di casa però non si ferma e Vincenzo Caso Naturale trova il gol a pochissimi minuti dal fischio finale facendosi trovare sul secondo palo per piazzarla in rete su cross di Liccardo.

Il tabellino

SAVOIA: D’Aquino, Liguori, Del Prete, De Rosa, Allocca, Di Girolamo, Sardo (58’ Fava Passaro), Liccardo, Esposito (87’ Emma), Galizia (55’ Di Paola), Caso Naturale (85’ Palmieri). All: Fabiano

VIRTUS VOLLA: Sollo, De Biase, Russo, Esposito, Ayari, Borrelli, Luca, Toscano, Aliyev, De Marino, Gisonni. All: Biancolino.

ARBITRO: Palma di Napoli

RETI: 27’pt Caso Naturale, 2’st De Marino, 20’st De Marino, 35’st Esposito, 45’st Caso Naturale.

di -
0 164
foto della pagina facebook vis afragolese 1944

Scontro al vertice pieno di emozioni a Frattamaggiore dove Frattese e Afragolese si dividono la posta alla fine di un match scoppiettante. Padroni di casa che sprecano il doppio vantaggio e nella ripresa si fanno rimontare da un’Afragolese mai doma, soprattutto dopo la rete del 2-1 che aveva riaperto i giochi.

Primo tempo

Parte bene la formazione rossoblù ma al 16’ è la Frattese a passare in vantaggio con il penalty realizzato da Costanzo.  Il raddoppio arriva al 41’ con Allegretta che sbuca sul secondo palo, tutto da solo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 43’ Pianese prova ad accorciare le distanze ma il suo tiro viene respinto sulla linea da un difensore avversario.

Secondo tempo

L’Afragolese non ci sta ed esce dagli spogliatoi con tutto un altro spirito. Dopo solo 1 minuto Del Sorbo stacca in area su cross di Ciano e mette in rete accorciando le distanze. Al 60’ ancora gli ospiti vicinissimi al pareggio con Scielzo che entra in area ma il suo tiro viene deviato in angolo. Passano 7 minuti e Del Sorbo fa esultare ancora una volta i tifosi rossoblù. L’arbitro però è costretto ad annullare per fuorigioco. Al 78’ la Frattese si rivede in avanti e sfiora il 3-1 con Castaldo. All’81’ Del Sorbo realizza il rigore che porta il punteggio sul 2-2. Dopo 2 minuti l’Afragolese rischia di completare la rimonta con il colpo di testa di Incoronato che termina la traversa.

Il tabellino

FRATTESE: D’Auria, Costanzo G, Capaldo (57’ Capitelli), Costanzo C., Milvatti, Petrarca, Petito, Castaldo (83’Agrillo), Spilabotte, Ammendola (61’ Terracciano), Allegretta (82’ Somma). All: Ciaramella

AFRAGOLESE: Mola, Ciano ,Fiorillo, Barbato, Varriale, Tarascio, Olivieri (67’ Incoronato), Fammiano (57’ Zanfardino), Pianese (91’ Ruscio), Del Sorbo, Manzo (46’ Scielzo). All: Borrelli

ARBITRO: Tomasi di Lecce

RETI: 16’pt Costanzo, 41’ Allegretta, 1’st Del Sorbo, 36’st Del Sorbo (Rig.)

NOTE: Ammoniti Pianese, Costanzo G., D’Auria, Fiorillo

Direzione

Simone Scala
1450 ARTICOLI0 COMMENTI